Crea sito

L’Eurogruppo è in corso, si attendono sviluppi

Condividi questo articolo:

Un’ora di ritardo

L’Eurogruppo era in programma per le ore 15:00, ma è iniziato con più di un’ora di ritardo per gli ultimi negoziati per preparare la discussione tra i ministri. Gli Stati membri sono divisi su due punti: il ricorso alle linee di credito del MES anche se con condizionalità “light” e un fondo per emettere dei “bond” che dovrebbero finanziare la ripresa attraverso la mutualizzazione del debito.

Tutte le proposte ve le ho elencate in un altro articolo che ho pubblicato questa mattina; per leggerlo ed essere a conoscenza di ciò che sta discutendo l’Eurogruppo, vi invito a cliccare qui.

Le ultime affermazioni di alcuni volti noti

Queste le parole  di Paolo Gentiloni, commissario UE all’economia, appena poche ore prima dell’inizio della teleconferenza (ricordo che, per evitare assembramenti, l’Eurogruppo si tiene per via telematica). Le sue parole sembrano quasi un’esortazione alla solidarietà europea nella risposta alla crisi dovuta al Covid-19; in particolare, nella parola “ambizione”, percepisco la consapevolezza di una crescente sfiducia dei cittadini nei confronti dell’UE.

Credo quindi che Gentiloni sia perfettamente consapevole del clima che si è creato attorno a questo Eurogruppo, arrivato dopo 12 giorni di scontri verbali fra alcuni dei più potenti Governi dell’Unione. Più che scontri, tuttavia, sarebbe meglio chiamarli diverbi, differenti visioni sulla risoluzione del problema economico: da una parte una risposta più comunitaria con la mutualizzazione del debito, dall’altra il MES, e tutte le problematiche che ruotano attorno ad esso.

Come riporta il sito RaiNews, i ministri dell’economia discuteranno “il pacchetto più ampio e ambizioso che l’Eurogruppo abbia mai preparato”, che comprende “una rete di sicurezza per i lavoratori, per le imprese e per i paesi”. Ma questo piano “che farà da scudo all’economia europea non può essere separato da quello per la ripresa”, per questo “chiederò ai ministri di impegnarsi su un piano di ripresa ampio e coordinato”. Lo ha detto il presidente dell’Eurogruppo Mario Centeno in un video prima dell’inizio dell’Eurogruppo stesso.

L'Eurogruppo è in corso, si attendono sviluppi

Si attende la conclusione

Presumibilmente, fra poco avremo il verdetto; finalmente si saprà se i Paesi membri sono stati in grado di mettere da parte egoismi e menefreghismi, a vantaggio di una risposta comunitaria.

Inoltre puntualizzo che, per l’occasione, l’Eurogruppo si è riunito in videoconferenza in una versione “allargata”, aprendo l’invito anche ai Paesi europei che non appartengono all’Eurozona.

Seguiranno aggiornamenti.

Condividi questo articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *