Crea sito

Il MES senza condizionalità è impossibile

Condividi questo articolo:

TFUE – Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea

Il trattato sul funzionamento dell’Unione Europea (in acronimo TFUE) è, accanto al trattato sull’Unione Europea (TUE), uno dei trattati fondamentali dell’Unione Europea. Assieme costituiscono le basi fondamentali del diritto primario nel sistema politico dell’UE; secondo l’articolo 1 del TFUE, i due trattati hanno pari valore giuridico.

Il TFUE è costituito da un preambolo e da 358 articoli, raccolti in sette parti; questi possono essere composti a loro volta da diversi titoli, capitoli e paragrafi. Il trattato può essere liberamente consultato da chiunque semplicemente navigando nel sito del Senato Italiano; potete infatti aprirlo cliccando qui.

Navigando fino alla pagina 104 del TFUE, e scorrendo a fondo pagina, si trova l’articolo 136, che risponde al sottotitolo “disposizioni specifiche agli stati membri la cui moneta è l’Euro”. In particolare, il comma numero 3 recita nel seguente modo.

Gli Stati membri la cui moneta è l’euro possono istituire un meccanismo di stabilità da attivare ove indispensabile per salvaguardare la stabilità della zona euro nel suo insieme. La concessione di qualsiasi assistenza finanziaria necessaria nell’ambito del meccanismo sarà soggetta a una rigorosa condizionalità.
TFUE, articolo 136, comma 3

MES con condizionalità “light”? Menzogne

In quanto trattato ufficiale sul funzionamento dell’UE, il TFUE è inviolabile, ed ha valore giuridico. Questo significa che i Paesi membri non possono agire in contrasto con esso (a meno che non si impegnino a riscriverlo ed adattarlo).

Nell’articolo 136 al comma 3, sopracitato, è esplicitamente indicato che “la concessione di qualsiasi assistenza finanziaria [..] sarà soggetta a una rigorosa condizionalità“. Non ci sono opzioni disponibili, né tantomeno scappatoie o vie di uscita. E’ indicato molto chiaramente.

Com’è possibile che si sia stabilito un asse franco-tedesco (tanto per cambiare) su un MES “light” (con condizionalità leggere)? Il TFUE parla di “rigorosa condizionalità“, e la parola “rigorosa” esclude a priori il termine “leggera“.

Il MES senza condizionalità è impossibile

Appare chiaro come, a posteriori, si dovrebbe trovare un compromesso fra ciò che è stato detto da Francia e Germania, e ciò che è chiaramente indicato nel trattato sul funzionamento dell’Unione Europea; testo che ripeto è inviolabile ed insindacabile, a meno di stravolgimenti del trattato stesso, che non credo siano verosimili attualmente.

Le proposte di un MES con blanda o nulla condizionalità risultano essere, quindi, semplici tentativi di “convincere” i Paesi che ancora sono restii, ad utilizzare questo tipo di Meccanismo Europeo.

 

Condividi questo articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *