Crea sito

Bonino: “UE alleata dell’Italia nell’emergenza”

Condividi questo articolo:

Bonino: viva l’UE e viva il MES

Emma Bonino ha rilasciato un’intervista a Repubblica che potete trovare integralmente sul sito ufficiale del giornale, previa sottoscrizione dell’abbonamento.

Vi cito un pezzo dell’intervista (quello che mi interessa), per farvi capire l’opinione della leader di +Europa.

UE alleata dell’Italia nell’emergenza. Ma Roma dica sì al MES. [..] Lo strumento che abbiamo subito a disposizione è il MES, il Fondo Salva Stati, l’Italia pensi a quello. E il Premier Conte ne negozi piuttosto le condizioni.
Emma Bonino

Un appello lanciato nei confronti del numero uno di Palazzo Chigi che però sembra avere un tono molto ultimativo. Un richiamo che rischia di cadere comunque nel vuoto visto che, quasi contemporaneamente, Giuseppe Conte rilasciava dichiarazioni di tono del tutto contrario.

Per quanto io non ami Conte, infatti, devo ammettere che per ora si è dimostrato contrario all’utilizzo del MES con condizionalità; sembra determinato a trovare un’altra soluzione diversa dal MES, proponendo infatti i Coronabond insieme ai Premier di altri Paesi dell’Unione.

La sinistra italiana e i diktat europei

Ieri Marattin, oggi la Bonino: perché la sinistra deve sempre dimostrare di odiare gli italiani?

Parlando personalmente, amo mettere in discussione le mie idee; indubbiamente le difendo, certo che sì, le faccio valere continuamente. Tuttavia quando mi rendo conto di avere un’opinione sbagliata, ascolto l’altra parte, rifletto, e se recepisco di aver sbagliato, lo ammetto e cambio idea.

Perché la sinistra italiana non può fare lo stesso? Per quale ragione nello scontro UE – Italia, PD e +Europa prendono le parti dell’Unione Europea e non del loro Paese?

Bonino: "UE alleata dell'Italia nell'emergenza"

In un momento come questo dovremmo essere uniti, come popolo, come Nazione; invece puntualmente c’è chi, come al solito, rema contro. Lungi da me essere l’avvocato di Conte; come tutti voi ben sapete, non sono per niente in linea con il Premier, né tantomeno faccio parte del suo partito. Però Conte ha ragione quando definisce il MES uno strumento superato; ha ragione a non volerlo e rigettarlo, ed è probabilmente una delle poche cose buone che gli riconosco.

Capisco perfettamente che la Bonino in quanto leader di un partito chiamato +Europa, pensi prima all’Unione Europea e poi all’Italia. Però potrebbe almeno avere l’accortezza di dimostrare un minimo di compassione per il suo Paese (sempre che il suo “Paese” non sia l’UE), rigettando i meccanismo che lo danneggerebbero.

Sarò anche ingenuo e impulsivo dati i 22 anni d’età, però credo di tenere al mio Paese molto più della sinistra pseudo-italiana europeista.

Condividi questo articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *